Matteo Arata, Presidente di A.I.S., intervistato da Adnkronos

Continua l’opera di A.I.S. Associazione Italiana Sovraindebitamento per la diffusione di informazioni a favore dei soggetti che hanno difficoltà a gestire i propri debiti e vivono in situazione di sovraindebitamento.

Il Presidente di A.I.S. Associazione Italiana Sovraindebitamento, Matteo Arata, è stato intervistato nei giorni scorsi dall’Agenzia di Stampa Adnkronos. Il suo intervento è stato inserito all’interno di un articolo sul tema del sovraindebitamento e ripreso da numerose testate nazionali e locali.

L’attenzione del pubblico in questo periodo si è focalizzata sulla rottamazione delle cartelle proposta da Equitalia.

Ma la legge ad hoc per tagliare i debiti in Italia è presente già da qualche anno.

La Legge 3 2012 sul sovraindebitamento consente prima di tutto la riduzione del debito in base alle proprie disponibilità economiche. Consente inoltre la dilazione in un tempo più ampio rispetto a quello concesso da Equitalia (soli due anni). Tutela il debitore, che può riacquistare un ruolo attivo nell’economia. Risulta vantaggiosa anche per il creditore, che altrimenti correrebbe il rischio di perdere del tutto ogni possibilità di recupero.

Varie ormai le decisioni lungo tutta la Penisola

A Como il Tribunale ha decretato la riduzione dei debiti fiscali di un lavoratore dipendente da 509.000 euro a 5.000 (-89%). Un’imprenditrice ha visto diminuire il suo debito da circa 1,4 milioni a 350.000 euro. A Busto Arsizio è stata limata una cartella Equitalia da 86.000 euro a 11.000 (-87%).

La legge sul sovraindebitamento è per tutti: partite Iva, chi non riesce a pagare le rate dopo aver perso il lavoro, piccoli artigiani, chi ha una start-up o un’impresa agricola. La norma si rivolge a tutti i debitori non fallibili, cioè a chi secondo l’ordinamento giuridico non può accedere alle disposizioni previste dalla legge fallimentare.

Il Presidente Matteo Arata sottolinea che

“la norma può essere migliorata prevedendo la nascita di Organismi in Regioni e Comuni che contribuiscano a sostenere i costi di chi vuole onorare i suoi debiti.

Bisogna marcare la funzione sociale di questa legge e far nascere degli Organismi pubblici con tariffe sociali e consentire un accesso più ampio a consumatori o piccoli artigiani in difficoltà.”

Finalmente anche i media iniziano ad accorgersi della diffusione del fenomeno del sovraindebitamento.

Numerosi studi negli ultimi tempi hanno confermato il fatto che gli italiani sono sempre più indebitati. I cittadini si indebitano per acquistare una casa, per pagare debiti arretrati, per sostenere costi derivanti da spese extra. Uno su tre deve pagare almeno una rata mensile per rimborsare un finanziamento aperto.

Una concreta applicazione della Legge 3 2012 e una maggiore diffusione dei suoi vantaggi deve quindi proseguire sempre di più.

 

By | 2017-05-09T11:14:30+00:00 5 maggio 2017 - 18:07|Tags: |

About the Author:

Staff AIS
A.I.S. – Associazione Italiana Sovraindebitamento, prima associazione attiva sul tema del sovraindebitamento, e punto di riferimento per i professionisti operanti sulle disposizioni dui cui alla Legge 3/2012.