Normativa sul Sovraindebitamento, imprenditore agricolo di Parma salvato dai troppi debiti

Anche l’imprenditore agricolo, in qualità di soggetto escluso dalla legge fallimentare, ha diritto ad accedere alla normativa sul Sovraindebitamento e liberarsi definitivamente da debiti diventati ormai insostenibili.

Approvata a fine 2012, la Legge sul Sovraindebitamento, ha l’obiettivo di porre rimendio a situazioni di eccessivo indebitamento del debitore incolpevole e si rivolge a tutti i soggetti non fallibili, ovvero: dipendenti, pensionati, piccoli imprenditori e imprenditori agricoli.

Uno dei casi più recenti di applicazione della normativa sul Sovraindebitamento, ha come protagonista un imprenditore agricolo in seria difficoltà economica.

Il merito riguarda un’azienda agricola di Parma che, nonostante lo stato di buona salute di cui godeva fino a qualche anno fa, oggi si trova a fare i coni con le difficoltà causate dalla crisi economica.

Il conti da saldare diventano insostenibili, tanto da accumulare debiti verso fornitori, banche ed erario per un totale di circa 800.000 euro.

Attraverso il ricorso alla normativa sul Sovraindebitamento, l’imprenditore agricolo potrà beneficiare di una sensibile riduzione delle obbligazioni contratte e pagherà soltanto 184.000 euro, cioè il 23% del debito accumulato negli anni.

A fine procedura il restante 77% verrà cancellato, ovvero cancellato con piena riabilitazione dell’imprenditore: il suo nominativo verrà cancellato da tutti i registri di cattivo pagatore.

Appare evidente come la Legge 3/2012 possa essere uno strumento di fondamentale importanza a tutela del sovraindebitamento incolpevole, anche per il settore primario.

Quello dell’agricoltura è senza dubbio uno dei settori maggiormente interessati dal tema del sovraindebitamento con molte aziende in difficoltà per l’impossibilità di onorare i propri debiti, per questo motivo è fondamentale diffondere una maggiore consapevolezza sugli strumenti disponibili per la gestione di situazioni di crisi da eccessivo indebitamento.

Ricordiamo a tal proposito un ulteriore caso risolutivo, uno dei primi in nel nostro Paese, omologato da un’importante Tribunale Italiano e riguardante il settore primario: un allevamento rischia il default a causa dell’eccessiva esposizione a breve verso i fornitori e anche a seguito dell’abbassamento dei prezzi di vendita dei suini; con l’applicazione della normativa sul sovraindebitamento l’azienda potrà saldare i propri debiti ed effettuare investimenti necessari per il rilancio produttivo della stessa.

By | 2015-07-26T13:51:03+00:00 19 giugno 2015 - 14:39|Tags: , , |

About the Author:

Staff AIS
A.I.S. – Associazione Italiana Sovraindebitamento, prima associazione attiva sul tema del sovraindebitamento, e punto di riferimento per i professionisti operanti sulle disposizioni dui cui alla Legge 3/2012.