Piano del Consumatore omologato a Catania, il debito torna sostenibilie

Catania – il Tribunale siciliano approva il Piano del Consumatore presentato da una famiglia catanese che, grazie al riproporzionamento del debito ottenuto, può finalmente uscire dallo stato di sovraindebitamento – definito dalla normativa come uno squilibrio tra il patrimonio prontamente liquidabile e l’ammontare delle obbligazioni contratte – in cui si trovava e tornare a condurre una vita serena e dignitosa.

Il Piano del Consumatore, introdotto in Italia attraverso l’approvazione della Legge 3/2012, è una procedura elaborata esclusivamente per i privati (dipendenti, pensionati, inoccupati ecc..) al fine di garantire specifici vantaggi alla categoria ritenuta dal legislatore più “debole” e quindi meritevole di maggior tutela anche nell’ambito del sovraindebitamento.

In particolare, oltre ad attribuire al debitore non fallibile la facoltà di proporre ai creditori una ristrutturazione del debito, il Piano del Consumatore prevede un altro grante vantaggio a favore del privato: non presenta carattere negoziale in quanto per la sua omologazione non si rende necessario nessun consenso da parte dei creditori, rimettendo completamente al Giudice tale decisione.

Nel caso in esame, è stato approvato un Piano del Consumatore a beneficio di una famiglia composta da quattro persone che si è trovata in una situazione di eccessivo indebitamento per ristrutturare la casa e per far fronte alle esigenze di sopravvivenza del nucleo familiare.

La Sentenza del Tribunale di  Catania prevede la riduzione di un debito da oltre 112.000,00 euro a poco più di 72.000,00 euro e il pagamento in dieci anni con una rata mensile di 700 euro.

In conclusione, in accordo con quello che potremmo definire un vero e proprio “principio di sopravvivenza” previsto dalla normativa sul sovraindebitamento, attraverso il ricorso al Piano del Consumatore, la famiglia catanese, non soltanto ha ottenuto una notevole riduzione dell’ammontare del debito, ma ha anche a disposizione un reddito pari a 1.200,00 euro per poter mantenere un dignitoso tenore di vita.

By | 2017-01-13T15:10:14+00:00 11 giugno 2015 - 17:16|Tags: , , |

About the Author:

Staff AIS
A.I.S. – Associazione Italiana Sovraindebitamento, prima associazione attiva sul tema del sovraindebitamento, e punto di riferimento per i professionisti operanti sulle disposizioni dui cui alla Legge 3/2012.