Piano di composizione della Crisi da Sovraindebitamento omologato a Prato

Piano di composizione della Crisi da Sovraindebitamento omologato a Prato il 27 luglio 2015 a favore della Croce d’Oro, storica associazione pratese nata nel 1905, ancora oggi importante punto di riferimento soprattutto per i servizi di 118 e trasporto in ambulanza.

Prato – Con una notizia pubblicata in data 4 agosto sul proprio sito, la Croce d’Oro annuncia ufficialmente che il Tribunale pratese ha emesso il decreto di omologazione del Piano di composizione della Crisi da Sovraindebitamento, presentato dalla onlus il 15 maggio (leggi la notizia qui).

L’Omologa emessa dal Tribunale, consentirà alla storica associazione di volontariato di proseguire la propria attività su tutto il territorio e, in linea con quanto previsto dalla normativa sul sovraindebitamento, garantirà ai creditori privilegiati (come ad esempio i dipendenti) il pagamento totale delle somme dovute, mentre i creditori non privilegiati otterranno solamente il 10% dall’ammontare debitorio originario.

Il Piano di composizione della Crisi da Sovraindebitamento, omologato dal Tribunale, prevede inoltre ulteriori importanti misure:

  • la vendita di due edifici di proprietà della Croce d’oro, ovvero l’immobile di San Giorgio a Colonica e quello di Montale che dovranno quindi essere dismessi a favore della sostenibilità del piano stesso;
  • la rinegoziazione dei mutui a vent’anni per un totale di circa 2 milioni di euro;
  • la rateizzazioni delle posizioni erariali;
  • l’avvio di una rigida gestione che dovrà essere affidata a un manager esterno da nominare a fine agosto.

In questo modo, grazie all’omologazione del Piano di composizione della Crisi da Sovraindebitamento, la Croce d’Oro di Prato potrà ottenere un nuovo inizio, proseguire con le proprie attività sociali, mettere i propri dipendenti in condizioni di poter lavorare, ma soprattutto potrà guardare al futuro con rinnovato ottimismo; ottimismo che si percepisce fortemente anche dal comunicato stampa diffuso pochi giorni fa attraverso il sito internet ufficiale nel quale l’associazione si dichiara pronta a rimanere il punto di riferimento per tutta la città.

Applicati al settore del no profit, casi come questo di omologazione di un Piano di composizione della Crisi da Sovraindebitamento, possono fare scuola e salvare non soltanto attività socialmente utili, ma anche numerosi posti di lavoro.

By | 2015-11-23T08:36:49+00:00 6 agosto 2015 - 12:46|Tags: , , |

About the Author:

Staff AIS
A.I.S. – Associazione Italiana Sovraindebitamento, prima associazione attiva sul tema del sovraindebitamento, e punto di riferimento per i professionisti operanti sulle disposizioni dui cui alla Legge 3/2012.